Utilizziamo i cookie per migliorare il nostro sito e la tua esperienza di navigazione. Continuando a navigare nel sito, accetti l'utilizzo dei cookie. Maggiori informazioni sulla privacy si possono trovare qui. Maggiori informazioni sulla privacy si possono trovare qui.

Accetta.

RONAL GROUP

alla 24 Ore del Nürburgring

Data: 15. Maggio 2018

Dal 10 al 13 maggio, RONAL GROUP, insieme ai team Schirmer e Pirelli, è stata nuovamente sul campo della 24 Ore ADAC sul Nürburgring, il circuito più lungo del mondo. Alla gara non hanno partecipato soltanto cinque bolidi da corsa coi nostri cerchi, ma anche alcune delle nostre colleghe e dei nostri colleghi delle diverse sedi.

Come è accaduto lo scorso anno, con i nostri cerchi forgiati SPEEDLINE CORSE Racing-Gold abbiamo supportato la scuderia del team Schirmer. Il risultato è noto a tutti: tre delle vetture hanno colto nel segno!

Sia direttamente sul circuito che dietro le quinte, oltre 150 collaboratrici e collaboratori del nostro RONAL GROUP e dei team Schirmer e Pirelli hanno affrontato alacremente le giornate nelle più diverse condizioni atmosferiche: dal sole cocente, alla pioggia battente, senza nemmeno risparmiarsi la nebbia. Sia all’interno della tenda del team, nel pavillon espositivo a due piani, nei box o nello spot VIP presso la famosa Antoniusbuche: il team ha lavorato dappertutto per far sì che i giorni sul circuito Nürburgring fossero un vero e proprio successo per la squadra. In che modo i nostri colleghi e le nostre colleghe si sono divertiti nell’«Inferno Verde» lo scopriamo dalle loro testimonianze:

Robin (RONAL GmbH, Germania):

“È stata un’esperienza unica, mozzafiato e incredibilmente intensa poter essere parte integrante di una vera scuderia! La tensione per l’evento è invece davvero alle stelle, ma la soddisfazione e la felicità derivanti dall’esito positivo compensano ogni stress. Ho sempre dato anima e corpo come membro del team, ho fatto ogni sacrificio possibile per raggiungere, insieme al team, il miglior risultato possibile!”

Steven (RONAL AG, Svizzera):

“Essere nel team “ruote e pneumatici” significava essere responsabili di fornire “ruote sempre pronte” alle auto da corsa. Nonostante la 24 ore richieda degli sforzi immani, trovo che sia un evento davvero geniale. Sono alle prime armi nelle corse, ma è stata davvero una bella esperienza essere parte attiva del team Schirmer. Mi sono divertito un sacco! La cosa migliore era lo spirito di squadra di RONAL e Pirelli. È stato semplicemente meraviglioso il modo in cui ognuno ha dato il proprio contributo per raggiungere lo stesso obiettivo.

Esther (RONAL AG, Svizzera):

“Ho vissuto giorni fantastici, pieni di emozioni. Lo spirito di squadra di tutti era unico. Sono orgogliosa di aver fatto parte del team Schirmer. Ho aiutato al bancone bar ed è stato meraviglioso poter dialogare in diverse lingue con colleghi da tutto il mondo. Ho trascorso il mio tempo libero nel box, sulla pitlane o alla griglia di partenza. Durante l’evento, c’era un continuo susseguirsi di colpi di scena. Ma la cosa più importante è stata esserci!”

Antonio (RONAL Ibérica SAU):

“L’esperienza di poter vivere dal vivo la 24 Ore e di essere parte del team è stata davvero unica. L’atmosfera, le emozioni, lo stress a fior di pelle prima delle qualifiche… Io dovevo occuparmi degli pneumatici e delle ruote per la nostra auto, contrassegnata con il numero 51. Ho trascorso il mio tempo libero soprattutto nel box. È stata un’esperienza unica, da vivere almeno una volta nella vita, se si è appassionati di motori. È stato particolarmente difficile restare 24 ore senza dormire, a tratti sotto una pioggia battente, una nebbia fitta e un’umidità pazzesca. Ma è comunque stato bello essere parte di questa grande famiglia!”

Martin (RONAL AG, Svizzera):

“Era la prima volta in vita mia che partecipavo a una corsa. L’atmosfera generale con così tanti spettatori, auto e rumori di fondo ha reso straordinaria questa esperienza. È stato super eccitante essere parte di un grandissimo tutto e collaborare attivamente all’interno di un team corse. Lo spirito di squadra è sempre stato alto e ognuno ha lavorato dall’inizio fianco a fianco con tutti i partecipanti!”